App SWING Mobile e-comm – case history

Il Mercato all’Ingrosso del Comune di Chioggia ci ha commissionato la app SWING Mobile e-comm per migliorare la comunicazione degli Operatori del Mercato.

La app trasmette sullo smartphone degli Acquirenti la copia di cortesia della fattura della merce che hanno acquistato nell’asta giornaliera. Si tratta almeno di una fattura ogni giorno per Acquirente e Concessionario.

L’asta, trattandosi principalmente di pesce pescato fresco (ricordiamo che il Mercato all’Ingrossso del Comune di Chioggia é tra i primissimi in Italia per volume di pescato e fatturato) avviene ogni giorno dal lunedì al sabato per circa 250 giorni all’anno. Durante l’asta vengono trasmesse al Centro Contabile della Direzione del Mercato le singole transazioni che vengono elaborate tutte insieme ogni mattina per emettere le fatture elettroniche che vengono immediatamente trasmesse allo SDI.

La app SWING Mobile e-comm viene scaricata gratuitamente dagli Operatori del Mercato (Acquirenti e Venditori) e permette loro di avere in tempo reale e senza fare richiesta o ricerca sulle email, la copia di cortesia delle fatture di acquisto e di vendita sul proprio cellulare per un confronto immediato sulla esattezza dei prezzi, quantità e specie.

In caso di errore la app permette di inserire le note di correzione e inviarle immediatamente alla Direzione per la verifica e la attivazione delle note di accredito/addebito relative.

La app trasmette anche eventuali informazioni sul Mercato, ad esempio i giorni di apertura nelle festività natalizie, di chiusura, di fermo pesca, ecc).

In sintesi un grande risparmio di tempo e una maggior precisione e tempestività nella comunicazione tra gli operatori coinvolti: Acquirenti, Direzione, Concessionari e Venditori (Pescherecci).

Copia di cortesia

Menù: Documenti e Comunicazioni

FTEL In scadenza la Conservazione delle fatture elettroniche

Entro il 31.12 di ciascun anno, per le aziende che hanno l’esercizio fiscale coincidente con l’anno solare, vanno conservate le fatture elettroniche (di seguito FTEL) dell’anno precedente.

Ad esempio entro il 31.12.2020 vanno conservate le FTEL dell’esercizio 2019. (A causa del Covid-19 il termine per l’esercizio 2019 é in realtà posticipato al 31.01.2021.)

L’operazione di conservazione consiste nel:

  • quadrare le FTEL delle Vendite e degli Acquisti presenti in Contabilità tramite lo SDIfile
  • impacchettare le FTEL in un file zip
  • creare un indice in formato xml delle FTEL contenute nel file zip
  • apporre una marca temporale sul file zip che ne attesti la data di creazione
  • aggiornare il Registro della Conservazione con la specifica delle FTEL zippate (dal nr … al nr…)
  • stampare il Registro della Conservazione aggiornato
  • salvare su più supporti magnetici o ottici o cloud il file zip.

Di per sé é una operazione facile da eseguire nella propria azienda.

SIAC Informatica, grazie alla quasi decennale esperienza nella Conservazione, é in grado di dare assistenza e offrire il proprio servizio per un esatto risultato.

Ulteriori approfondimenti:

FTEL37 octies – Nuova proroga al 28.02.2021 per l’adesione al Servizio di Consultazione e Acquisizione delle e-fatture

Ottavo rinvio per l’adesione come riportato nell’articolo di fiscooggi.it seguente:

Ribadiamo l’estrema importanza per l’azienda che vuole essere autonoma di aderire al servizio.

In qualche azienda ci é capitato di osservare che:

  1. non avevano aderito al servizio di Conservazione gratuito per 15 anni presso Entratel;
  2. non avevano aderito al servizio di Consultazione e Adesione;
  3. avevano solo il servizio di Conservazione con privati terzi (Zucchetti, legalinvoice, Teamsystem, ecc).

Ci chiediamo, come sta avvenendo, se la Guardia di Finanza richiede di consultare le fatture Conservate, l’azienda può solo rivolgersi al proprio Conservatore al quale quindi é legata per 10 anni a partire dalla prima conservazione (ovvero per il 2019 deve mantenere il contratto fino al 2029, per il 2020 fino al 2030, ecc).

O se preferite l’azienda non é più in possesso delle proprie fatture conservate!

Viceversa, con il servizio gratuito di cui al punto 1) l’azienda può consultare dal sito Entratel quando vuole e gratuitamente le proprie fatture elettroniche.

Inoltre, forse non meno grave, il Conservatore conserva le fatture elettroniche complete delle righe dei prodotti o servizi venduti; quindi tutte le informazioni aziendali strategiche: clienti, prodotti venduti e loro prezzi sono affidate al Conservatore per 10 anni!

FTEL 39 – Nuovo tracciato xml per le fatture elettroniche e regole aggiuntive

Dal 01.10.2020 al 31.12.2020 é possibile iniziare la sperimentazione per spedire le fatture elettroniche (di seguito FTEL) allo SDI con il nuovo tracciato e le nuove regole che riguardano i dettagli IVA e le autofatture principalmente.

Il nostro ufficio di assistenza può aiutarVi per conoscere le nuove regole e per predisporre l’ambiente di prova della versione aggiornata del programma di spedizione delle fatture.

Con la versione aggiornata vengono anche messi in prova alcuni nuovi moduli opzionali che complementano e rendono automatiche alcune operazioni che il tracciato xml permette di ottenere:

  • esportazione delle FTEL con formato personalizzato secondo le richieste di ciascun cliente (es. Amazon, Coop);
  • importazione FTEL in Contabilità;
  • importazione dei Corrispettivi in Contabilità;
  • importazione FTEL nel Ciclo Passivo per il controllo Bolle Fatture e l’automazione di alcune funzioni del magazzino;
  • conservazione elettronica delle fatture (da eseguire entro il 31.12.2020 per le fatture emesse e ricevute nel 2019 se l’esercizio coincide con l’anno solare).

Di seguito il comunicato di rinvio al 01.10.2020.

DL 34/2020 Rilancio – Circolare 24/E

Riportiamo dal sito dell’Agenzia delle Entrate la circolare del 08.08.2020 esplicativa sulle modalità di attuazione del superbonus del 110% per efficientamento energetico e antisismico del Decreto Legge 34/2020 “Rilancio” convertito in Legge 77/2020:

Si aprono delle interessanti opportunità per i privati per l’efficientamento energetico della propria abitazione e di una casa secondaria. Anche i condomìni rientrano tra i beneficiari del superbonus.

Chiusura per ferie

Informiamo che i nostri uffici rimarranno chiusi per ferie dal 10.08.2020 al 23.08.2020.

Saremo di nuovo operativi dal 24.08.2020.

CORONAVIRUS 9 – DL 34/2020 art.124 Cessione mascherine e altri DPI

Dal 19.05.2020 al 31.12.2020 si applica alla cessione di mascherine e altri DPI il regime di esenzione IVA. Dal 01.01.2021 i beni elencati nell’art.124 saranno sottoposti ad aliquota del 5%.

Per maggiori informazioni si prega di rivolgersi al ns ufficio assistenza@siacinformaticasrl.com

Riportiamo l’articolo 124 intero come da Gazzetta Ufficiale:

Art. 124
Riduzione aliquota IVA per le cessioni di beni necessari per il
contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19

  1. Alla tabella A, parte II-bis, allegata al decreto del Presidente
    della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, dopo il numero 1-ter, e’
    aggiunto il seguente: “1-ter.1. Ventilatori polmonari per terapia
    intensiva e subintensiva; monitor multiparametrico anche da
    trasporto; pompe infusionali per farmaci e pompe peristaltiche per
    nutrizione enterale; tubi endotracheali; caschi per ventilazione a
    pressione positiva continua; maschere per la ventilazione non
    invasiva; sistemi di aspirazione; umidificatori; laringoscopi;
    strumentazione per accesso vascolare; aspiratore elettrico; centrale
    di monitoraggio per terapia intensiva; ecotomografo portatile;
    elettrocardiografo; tomografo computerizzato; mascherine chirurgiche;
    mascherine Ffp2 e Ffp3
    ; articoli di abbigliamento protettivo per
    finalita’ sanitarie quali guanti in lattice, in vinile e in nitrile,
    visiere e occhiali protettivi, tute di protezione, calzari e
    soprascarpe, cuffie copricapo, camici impermeabili, camici
    chirurgici; termometri; detergenti disinfettanti per mani; dispenser
    a muro per disinfettanti; soluzione idroalcolica in litri; perossido
    al 3 per cento in litri; carrelli per emergenza; estrattori RNA;
    strumentazione per diagnostica per COVID-19; tamponi per analisi
    cliniche; provette sterili; attrezzature per la realizzazione di
    ospedali da campo;”.
  2. Per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19,
    le cessioni di beni di cui al comma 1, effettuate entro il 31
    dicembre 2020, sono esenti dall’imposta sul valore aggiunto
    , con
    diritto alla detrazione dell’imposta ai sensi dell’articolo 19, comma
    1, del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n.
    633.
  3. Alle minori entrate derivanti dal presente articolo valutati in
    257 milioni di euro per l’anno 2020 e 317,7 milioni di euro annui a
    decorrere dall’anno 2021, si provvede ai sensi dell’articolo 265. *** ATTO COMPLETO *** Page 114 of 224https://www.gazzettaufficiale.it/atto/stampa/serie_generale/originario 20/05/2020

FTEL 38 – Nuovo tracciato xml

A causa del coronavirus é stato rinviato il termine per la trasmissione delle fatture elettroniche allo SDI del nuovo tracciato al 01.01.2021. Il termine precedente era del 01.10.2020.

Dal 01.10.2020 fino al 31.12.2020 lo SDI garantirà l’importazione del tracciato vecchio e di quello nuovo; dal 01.01.2021 solo di quello nuovo.

Riportiamo l’articolo di fiscooggi.it rivista online dell’Agenzia delle Entrate:

CORONAVIRUS 8 – DL 34/2020 Rilancio Italia

Finalmente il tanto atteso DL 34/2020 Rilancio Italia. Comprende una serie di misure tra , sconti IRAP, contributi a fondo perduto, rinvio installazione nuovi RT Registratori Telematici al 01.01.2021, ecobonus al 110% dal 01.07.2020 fino al 31.12.2021, ecc.

Qui il link al quadro sin-ottico dell’Agenzia delle Entrate:

Qui il link per l’articolo riassuntivo di fiscooggi.it di 24 pagine:

Qui invece il testo completo, scaricato dalla Gazzetta Ufficiale, di 224 pagine:

FTEL 37 Invio tardivo allo SDI delle fatture immediate

Citiamo dall’articolo di fiscooggi.it:

“A questo tipo di “compito” non si può applicare la norma che sposta al primo giorno lavorativo successivo le scadenze per l’esecuzione di versamenti e adempimenti fiscali”

e ancora:

La trasmissione allo SDI della fattura immediata, eseguita oltre il dodicesimo giorno dalla effettuazione dell’operazione – come stabilisce art. 21 del decreto IVA, ma comunque entro i termini della liquidazione periodica, é punibile con la sanzione da 250 a 2.000 euro per ciascuna operazione tardivamente documentata. Un po’ meno se si sfruttano gli sconti del ravvedimento operoso.”

L’articolo di fiscooggi.it:

La risposta dell’Agenzia delle Entrate: